BAFTA 2016, trionfo di “The Revenant” con vista sugli Oscar

Cinque premi ricevuti, tra i quali per Miglior Film, Miglior Regia e Miglior attore protagonista, e un ulteriore, importante passo verso la Notte degli Oscar del prossimo 28 Febbraio: “The Revenant” sbanca anche ai BAFTA 2016, i premi della British Academy of Film and Television Arts, assegnati ieri a Londra.

Alla Royal Opera House della capitale britannica, il film diretto da Alejandro G. Iñárritu ha battuto la concorrenza di film altrettanto eccezionali quali “The Big Short”, “Bridge Of Spies”, “Carol” e “Spotlight”. Anche se personalmente ho un pò rivalutato al ribasso il film dal punto di vista narrativo ed emozionale, frutto di una sceneggiatura non efficace, sotto il profilo tecnico “The Revenant” resta un’opera di primo livello e con uno sforzo produttivo pazzesco. La regia di Iñárritu, che non sorprende e convince quanto a estetica come in “Birdman”, è da apprezzare comunque, e senza dubbio, per aver organizzato un lavoro così duro e intenso in riprese lunghe e complicate. Un lavoro da regista “vecchia maniera”, se così possiamo dire. Ovviamente non mancano le brillanti intuizioni e alcune scene, dettagli e intere sequenze sono interamente frutto della capacità del messicano dietro la macchina da presa. E il protagonista nel ruolo di Hugh Glass è quel Leonardo DiCaprio che sul palco ringrazia tutti, anche l’amico e antagonista (solo) nel film Tom Hardy, e continua il paradosso di questa Awards Season nella quale Leo sta praticamente ottenendo un premio dietro l’altro per il personaggio fisicamente più complicato della carriera ma anche il più lontano dal suo solito. A questo punto, occorre soltanto un ultimo importantissimo sforzo, carissimi giurati dell’Academy… Per “The Revenant” anche il BAFTA per la Miglior Scenografia e per il Miglior Sonoro.
Un’altra sorpresa diventata oramai conferma è Brie Larson, Miglior Attrice protagonista per “Room”, così come (ma lei è una certezza da anni) Kate Winslet, Miglior Attrice non protagonista per “Steve Jobs”, mentre è degna di nota la vittoria di Mark Rylance (era ora!) come Miglior Attore non protagonista per “Bridge Of Spies”.
Conferma anche per il Maestro Ennio Morricone, per la colonna sonora di “The Hateful Eight”, e per “Inside Out” come Miglior Film d’animazione, mentre è “Brooklyn” il Miglior Film britannico. Premi tecnici per “Mad Max – Fury Road”, mentre la stella emergente è John Boyega, protagonista di “Star Wars: The Force Awakens”.

Andiamo dunque al riepilogo dei BAFTA 2016:

Miglior Film
The Big Short
Bridge Of Spies
Carol
The Revenant – Vincitore
Spotlight

 

Miglior Film britannico
45 Years
Amy
Brooklyn – Vincitore
The Danish Girl
Ex_Machina
The Lobster


Miglior debutto di uno sceneggiatore, regista o produttore britannico

Alex Garland (Regista), Ex_Machina
Debbie Tucker Green (Sceneggiatore/Regista), Second Coming
Naji Abu Nowar (Sceneggiatore/Regista) Rupert Lloyd (Producer), Theeb – Vincitori
Sean Mcallister (Regista/Sceneggiatore), Elhum Shakerifar (Producer), A Syrian Love Story
Stephen Fingleton (Regista/Sceneggiatore), The Survivalist


Miglior Film Straniero

The Assassin
Force Majeure
Theeb
Timbuktu
Wild Tales – Vincitore


Miglior Documentario

Amy – Asif Kapadia, James Gay-Rees – Vincitore
Cartel Land – Matthew Heineman, Tom Yellin
He Named Me Malala – Davis Guggenheim, Walter Parkes, Laurie Macdonald
Listen To Me Marlon – Stevan Riley, John Battsek, George Chignell, R.J. Cutler
Sherpa – Jennifer Peedom, Bridget Ikin, John Smithson


Miglior Film d’animazione

Inside Out – Vincitore
Minions
Shaun The Sheep Movie


Miglior Regista

The Big Short – Adam Mckay
Bridge Of Spies – Steven Spielberg
Carol – Todd Haynes
The Martian – Ridley Scott
The Revenant – Alejandro G. Iñárritu – Vincitore


Miglior Sceneggiatura Originale

Bridge Of Spies – Matthew Charman, Ethan Coen, Joel Coen
Ex_Machina – Alex Garland
The Hateful Eight – Quentin Tarantino
Inside Out – Josh Cooley, Pete Docter, Meg Lefauve
Spotlight – Tom McCarthy, Josh Singer – Vincitore


Miglior Sceneggiatura non originale

The Big Short – Adam Mckay, Charles Randolph – Vincitore
Brooklyn – Nick Hornby
Carol – Phyllis Nagy
Room – Emma Donoghue
Steve Jobs – Aaron Sorkin


Miglior Attore protagonista
Bryan Cranston – Trumbo
Eddie Redmayne – The Danish Girl
Leonardo DiCaprio – The Revenant – Vincitore
Matt Damon – The Martian
Michael Fassbender – Steve Jobs


Miglior Attrice protagonista

Alicia Vikander – The Danish Girl
Brie Larson – Room – Vincitrice
Cate Blanchett – Carol
Maggie Smith – The Lady In The Van
Saoirse Ronan – Brooklyn


Miglior Attore non protagonista

Benicio Del Toro – Sicario
Christian Bale – The Big Short
Idris Elba – Beasts Of No Nation
Mark Ruffalo – Spotlight
Mark Rylance – Bridge Of Spies – Vincitore


Miglior Attrice non protagonista

Alicia Vikander – Ex_Machina
Jennifer Jason Leigh – The Hateful Eight
Julie Walters – Brooklyn
Kate Winslet – Steve Jobs – Vincitrice
Rooney Mara – Carol


Miglior Colonna Sonora

Bridge Of Spies – Thomas Newman
The Hateful Eight – Ennio Morricone – Vincitore
The Revenant – Ryuichi Sakamoto, Carsten Nicolai
Sicario – Jóhann Jóhannsson
Star Wars: The Force Awakens – John Williams


Miglior Fotografia

Bridge Of Spies – Janusz Kamiński
Carol – Ed Lachman
Mad Max: Fury Road – John Seale
The Revenant – Emmanuel Lubezki – Vincitore
Sicario – Roger Deakins


Miglior Montaggio

The Big Short – Hank Corwin
Bridge Of Spies – Michael Kahn
Mad Max: Fury Road – Margaret Sixel – Vincitrice
The Martian – Pietro Scalia
The Revenant – Stephen Mirrione


Miglior Scenografia

Bridge Of Spies – Adam Stockhausen, Rena Deangelo
Carol – Judy Becker, Heather Loeffler
Mad Max: Fury Road – Colin Gibson, Lisa Thompson – Vincitore
The Martian – Arthur Max, Celia Bobak
Star Wars: The Force Awakens – Rick Carter, Darren Gilford, Lee Sandales


Migliori Costumi

Brooklyn – Odile Dicks-Mireaux
Carol – Sandy Powell
Cinderella – Sandy Powell
The Danish Girl – Paco Delgado
Mad Max: Fury Road – Jenny Beavan – Vincitore

 

Miglior Trucco e Acconciature
Brooklyn – Morna Ferguson, Lorraine Glynn
Carol – Jerry Decarlo, Patricia Regan
The Danish Girl – Jan Sewell
Mad Max: Fury Road – Lesley Vanderwalt, Damian Martin – Vincitori
The Revenant – Sian Grigg, Duncan Jarman, Robert Pandini


Miglior Sonoro

Bridge Of Spies – Drew Kunin, Richard Hymns, Andy Nelson, Gary Rydstrom
Mad Max: Fury Road – Scott Hecker, Chris Jenkins, Mark Mangini, Ben Osmo, Gregg Rudloff, David White
The Martian – Paul Massey, Mac Ruth, Oliver Tarney, Mark Taylor
The Revenant – Lon Bender, Chris Duesterdiek, Martin Hernandez, Frank A. Montaño, Jon Taylor, Randy Thom – Vincitori
Star Wars: The Force Awakens – David Acord, Andy Nelson, Christopher Scarabosio, Matthew Wood, Stuart Wilson


Migliori Effetti Visivi

Ant-Man – Jake Morrison, Greg Steele, Dan Sudick, Alex Wuttke
Ex_Machina – Mark Ardington, Sara Bennett, Paul Norris, Andrew Whitehurst
Mad Max: Fury Road – Andrew Jackson, Dan Oliver, Tom Wood, Andy Williams
The Martian – Chris Lawrence, Tim Ledbury, Richard Stammers, Steven Warner
Star Wars: The Force Awakens – Chris Corbould, Roger Guyett, Paul Kavanagh, Neal Scanlan – Vincitori


Miglior Cortometraggio Animato Britannico

Edmond – Vincitore
Manoman
Prologue


Miglior Cortometraggio Britannico

Elephant
Mining Poems Or Odes
Operator – Vincitore
Over
Samuel-613


The EE Rising Star Award
 (Voto del pubblico)
Bel Powley
Brie Larson
Dakota Johnson
John Boyega – Vincitore
Taron Egerton

Fonte: bafta.org

Giuseppe Causarano
@Causarano88Ibla

3 thoughts on “BAFTA 2016, trionfo di “The Revenant” con vista sugli Oscar

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...