Cinema, le novità: “L’isola dei cani”, “Game Night” e “Arrivano i Prof”

L'isola dei cani
Presentato al Festival di Berlino, è in uscita il nuovo film di Wes Anderson, che torna alla tecnica della stop-motion con “L’isola dei cani”. Tra le novità in sala anche “Game Night – Indovina chi muore stasera?” di John Francis Daley e Jonathan Goldstein, “Arrivano i Prof” di Ivan Silvestrini, “A Beautiful Day” di Lynne Ramsay,”Eva” di Benoît Jacquot, “Dopo la guerra” di Annarita Zambrano,“Cosa dirà la gente” di Iram Haq e “Manuel” di Dario Albertini. Andiamo alla presentazione.

Dal 1° Maggio

Locandina italiana L'Isola dei CaniL’isola dei cani (Isle of Dogs), regia di Wes Anderson – USA 2018 – Animazione, Avventura
con le voci nella versione originale di Bryan Cranston, Koyu Rankin, Edward Norton, Bob Balaban, Bill Murray, Jeff Goldblum, Kunichi Nomura, Akira Takayama, Greta Gerwig, Frances McDormand, Akira Ito, Scarlett Johansson Harvey Keitel, F. Murray Abraham, Yoko Ono , Tilda Swinton, Ken Watanabe
Soggetto: Wes Anderson, Roman Coppola, Jason Schwartzman, Kunichi Nomura
Sceneggiatura: Wes Anderson
Fotografia: Tristan Oliver
Montaggio: Edward Bursch, Ralph Foster, Andrew Weisblum
Scenografia: Paul Harrod, Adam Stockhausen
Musica: Alexandre Desplat
Casting: Douglas Aibel, Kunichi Nomura
Prodotto da American Empirical Pictures, Indian Paintbrush, Studio Babelsberg, Twentieth Century Fox Animation per 20th Century Fox Italia
Formato: a colori
Durata: 101′

Sinossi: Ambientato in Giappone nel 2037, L’isola dei cani racconta la dolce epopea del dodicenne Atari Kobayashi, alla ricerca del suo amato cane. Quando, a causa di una contagiosa influenza canina, il governo decide di mandare in esilio tutti i cani di Megasaki City in una vasta discarica chiamata Trash Island, Atari parte da solo nel suo Junior-Turbo Prop e vola attraverso il fiume per ritrovare Spots, il suo cane da guardia. Una volta atterrato, con l’aiuto di un branco di nuovi amici, inizia un viaggio epico che deciderà il futuro dell’intera città.

____________________

Locandina italiana Game Night - Indovina chi muore stasera?Game Night – Indovina chi muore stasera? (Game Night), regia di John Francis Daley, Jonathan Goldstein – USA 2018 – Commedia, Azione
interpreti principali:  Jason Bateman, Rachel McAdams, Kyle Chandler, Billy Magnussen, Sharon Horgan, Lamorne Morris, Kylie Bunbury, Jesse Plemons, Danny Huston, Chelsea Peretti, Michael C. Hall, Joshua Mikel, Camille Chen, Natasha Hall
Soggetto e Sceneggiatura: Mark Perez
Fotografia: Barry Peterson
Montaggio: David Egan, Jamie Gross, Gregory Plotkin
Scenografia: Michael Corenblith
Costumi: Debra McGuire
Musica: Cliff Martinez
Prodotto da Access Entertainment, Access Industries, Aggregate Films, Davis Entertainment, Dune Entertainment, New Line Cinema per Warner Bros. Pictures Italia
Formato: a colori
Durata: 100′

Sinossi: Max (Jason Bateman) e Annie (Rachel McAdams), insieme ad altre coppie con le quali si riuniscono ogni settimana per una serata di giochi di società, devono risolvere per gioco un misterioso delitto con tanto di criminali e agenti federali adattati, su proposta del carismatico fratello di Max, Brooks (Kyle Chandler). Così, appena viene rapito anche Brooks, tutto dovrebbe fare parte del gioco. Ma non appena i sei partecipanti parecchio competitivi si apprestano a risolvere il caso in vista della vittoria, scoprono che né il “gioco” – né tantomeno Brooks – sono quello che sembrano. Nel corso di una caotica notte, gli amici si ritrovano sempre più invischiati in situazioni che progressivamente prendono delle pieghe inaspettate. Senza regole, senza punti e senza alcuna idea di chi siano tutti i giocatori, questa partita potrebbe rivelarsi la più divertente in assoluto… o magari la fine dei giochi.

____________________

Locandina italiana Arrivano i profArrivano i Prof, regia di Ivan Silvestrini – Italia 2018 – Commedia
interpreti principali: Claudio Bisio, Lino Guanciale, Rocco Hunt, Maurizio Nichetti, Maria Di Biase, Shalana Santana, Pietro Ragusa, Alessio Sakara, Christian Ginepro, Andrea Pennacchi, Giusy Buscemi, Francesco Procopio, Irene Vetere
Soggetto e Sceneggiatura: Michele Abatantuono, Giorgio Glaviano, dal film “Les Profs” di Pierre Francois Martin-Laval
Fotografia: Lorenzo Adorisio, Lorenzo Adorisio
Montaggio: Davide Vizzini
Scenografia: Stefano Giambanco
Costumi: Alberto Moretti
Musica: Michele Braga
Prodotto da Aurora Film, 11 Marzo Film, Rai Cinema per 01 Distribution
Formato: a colori
Durata: 100′

Sinossi: Mentre (quasi) tutti festeggiano le promozioni all’esame di maturità, al liceo Alessandro Manzoni c’è grande preoccupazione: solo il 12% degli studenti è riuscito a conseguire il diploma.  Il Manzoni ha dunque un primato assoluto: è il peggior liceo d’Italia.
Non sapendo più che soluzioni adottare, il Preside accoglie la proposta del Provveditore e decide di fare un ultimo, estremo, rischioso tentativo: reclutare i peggiori insegnanti in circolazione selezionati dall’algoritmo ministeriale nella speranza che, dove hanno fallito i migliori, possano riuscire i peggiori. Obiettivo: avere almeno il 50% di promossi. Così l’Alessandro Manzoni rinnova il corpo insegnanti con sette professori veramente speciali, ciascuno dei quali segue un proprio progetto didattico rivoluzionario e un proprio personalissimo metodo di insegnamento. Con risultati disastrosi.
Eppure… i ragazzi cominciano a capire che sta accadendo qualcosa di grande e che a quello sgangherato e sconclusionato corpo docente importa davvero di loro, al di là dei programmi scolastici e delle note sul registro.

____________________

Locandina italiana A Beautiful DayA Beautiful Day (You Were Never Really Here), regia di Lynne Ramsay – USA, Francia 2017 – Drammatico
interpreti principali: Joaquin Phoenix, Ekaterina Samsonov, Alessandro Nivola, Alex Manette, John Doman, Judith Roberts, Jason Babinsky, Frank Pando, Kate Easton, Madison Arnold
Soggetto e Sceneggiatura: Lynne Ramsay, dal libro di Jonathan Ames
Fotografia: Thomas Townend
Montaggio: Joe Bini
Scenografia: Tim Grimes
Costumi: Malgosia Turzanska
Musica: Jonny Greenwood
Prodotto da Why Not Productions, Film4, British Film Institute (BFI) Production Board per Europictures
Formato: a colori
Durata: 89′

Sinossi: Joe è un veterano di guerra. A casa lo aspetta solo la madre anziana, con la quale ha un rapporto di grande affetto e pazienza. In una New York desolata e piena di segreti, Joe fa il mercenario per chi vuole liberarsi di nemici pericolosi ma non ne ha l’abilità o il coraggio. Il suo ultimo incarico è quello di sottrarre Nina, la figlia preadolescente di un politico locale, ad un giro di prostituzione minorile: una creatura abusata e offesa che fa da specchio al passato dell’uomo. Come un giustiziere, Joe appare e scompare, spesso armato di un martello, menando fendenti e scacciando i ricordi devastanti, tanto della propria infanzia in balia di un padre sadico, quanto dei crimini di guerra compiuti dietro la giustificazione di una divisa.

____________________

Dal 3 Maggio

Locandina italiana EvaEva, regia di Benoît Jacquot – Francia 2018 – Drammatico
interpreti principali: Isabelle Huppert, Gaspard Ulliel, Julia Roy, Marc Barbé, Richard Berry, Ellen Mires
Soggetto e Sceneggiatura: Benoît Jacquot, Gilles Taurand, dal libro di James Hadley Chase
Fotografia: Julien Hirsch
Montaggio: Julia Gregory
Scenografia: Katia Wyszkop
Costumi: Marielle Robaut
Musica: Bruno Coulais
Prodotto da Macassar Productions, EuropaCorp, Arte France Cinéma, NJJ Entertainment, Scope Pictures per Teodora Film
Formato: a colori
Durata: 100′

Sinossi: Bertrand è un giovane e promettente scrittore, ma il suo successo nasconde un terribile segreto. Quando incontra Eva, prostituta d’alto bordo con un passato altrettanto misterioso, decide di sedurla a ogni costo e usare la sua storia come ispirazione letteraria, anche mettendo a rischio il fidanzamento con l’ingenua Caroline. Ma Eva non si lascia manipolare facilmente e trascina presto Bertrand in una spirale di menzogne, violenza e tradimento.
Dopo il successo di Elle, Isabelle Huppert torna a vestire i panni di un’icona di trasgressione in questo thriller psicologico di grande impatto firmato da Benoît Jacquot, alla sua sesta collaborazione con l’attrice. Tratto dal romanzo di James Hadley Chase, che già aveva ispirato il film di Joseph Losey del 1962 con Jeanne Moreau, Eva è stato presentato in concorso all’ultimo Festival di Berlino.

_____________________

Locandina italiana Dopo la guerraDopo la guerra, regia di Annarita Zambrano – Italia, Francia, Belgio 2017 – Drammatico
interpreti principali: Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Charlotte Cétaire, Jean-Marc Barr, Fabrizio Ferracane, Elisabetta Piccolomini, Marilyne Canto
Soggetto e Sceneggiatura: Annarita Zambrano, Delphine Agut
Fotografia: Laurent Brunet
Montaggio: Muriel Breton
Scenografia: Maria Teresa Padula, Paul Chapelle
Costumi: Ursula Patzak, Séverine Cales
Musica: Grégoire Hetzel
Prodotto da Sensito Films, Cinéma Defacto, Movimento Film, Nexus Factory per I Wonder Pictures
Formato: a colori
Durata: 100′

Sinossi: In seguito all’omicidio di un professore universitario in un agguato terrorista, Marco (Giuseppe Battiston) – ex-militante di estrema sinistra condannato all’ergastolo e rifugiato in Francia grazie alla dottrina Mitterrand – è accusato dallo Stato italiano di essere uno degli organizzatori dell’attentato e ne viene chiesta l’estradizione. Ha inizio, così, la lunga fuga di Marco, assieme a sua figlia Viola (Charlotte Cetaire), che si trasforma ben presto in una guerra mediatica fatta di lettere e interviste. L’arroganza di Marco, che lo porta a difendersi ad ogni costo, trascinerà nel fango tutta la sua famiglia rimasta in Italia, inclusa sua sorella Anna (Barbora Boboulova), professoressa di italiano in un liceo “bene” bolognese, il cognato Riccardo (Fabrizio Ferracane), giudice penale in ascesa, Bianca (Carolina Lanzoni), la loro figlia di 10 anni e la madre Teresa (Elisabetta Piccolomini). Tutti, innocenti, si ritroveranno a pagare per le colpe passate di Marco senza capirne il perché.

____________________

Locandina italiana Cosa dirà la genteCosa dirà la gente (Hva vil folk si), regia di Iram Haq – Norvegia, Svezia, Germania 2017 – Drammatico
interpreti principali: Maria Mozhdah, Adil Hussain, Ekavali Khanna, Rohit Saraf, Ali Arfan, Sheeba Chaddha, Lalit Parimoo, Nokokure Dahl, Isak Lie Harr, Maria Bock
Soggetto e Sceneggiatura: Iram Haq
Fotografia: Nadim Carlsen
Montaggio: Jesper Bækdal, Janus Billeskov Jansen, Anne Østerud
Scenografia: Vintee Bansal, Ann-Kristin Talleraas
Costumi: Ida Toft
Musica: Lorenz Dangel, Martin Pedersen
Prodotto da Mer Film, Rohfilm Factory GmbH, Zentropa International Sweden, Film i Väst per Lucky Red
Formato: a colori
Durata: 106′

Sinossi: La sedicenne Nisha vive una doppia vita. A casa, in famiglia, è la perfetta figlia pachistana, ma quando esce con gli amici è una normale adolescente norvegese. Quando però il padre sorprende Nisha in intimità col suo ragazzo, i due mondi della ragazza entrano violentemente in collisione: i suoi stessi genitori la rapiscono per portarla a casa di alcuni parenti in Pakistan. Lì, in un Paese in cui non è mai stata prima, Nisha è costretta ad adattarsi alla cultura di suo padre e di sua madre.

____________________

Locandina italiana ManuelManuel, regia di Dario Albertini – Italia 2018 – Drammatico
interpreti principali: Andrea Lattanzi, Francesca Antonelli, Renato Scarpa, Raffaella Rea, Giulia Elettra Gorietti, Giulio Beranek, Alessandro Di Carlo, Luciano Miele, Monica Carpanese, Alessandra Scirdi
Soggetto e Sceneggiatura: Simone Ranucci, Dario Albertini
Fotografia: Giuseppe Maio
Montaggio: Sarah McTeigue
Scenografia: Alessandra Ricci
Costumi: Virginia Barone
Prodotto da Bibi Film T, TIM Vision per Tucker Film
Formato: a colori
Durata: 98′

Sinossi: Un ragazzo di diciott’anni esce da un istituto per minori privo di sostegno famigliare e per la prima volta assapora il gusto dolce amaro della libertà.
Una madre chiusa in carcere che vorrebbe tanto tornare indietro e ricominciare.
Questi i personaggi strappati dalla realtà e trasportati dentro un film che è prima di tutto un approfondimento sull’uomo, sulle sue speranze e le sue piccole viltà. Ma è anche la storia di un’attesa, un giro a vuoto dell’anima, un racconto di formazione dentro un contesto periferico desolato e opprimente che diventa esso stesso personaggio.

_______________

In sala troveremo anche (si ringrazia MyMovies per le schede ai link):

Ci vuole un fisico, regia di Alessandro Tamburini – Italia 2018 – Commedia, 80′

1945, regia di  Ferenc Török – Ungheria 2017 – Drammatico, 91′

Uno sguardo alla Terra, regia di Peter Marcias – Italia 2018 – Documentario, 100′

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.