Cannes 2018: l’Italia torna in concorso con Matteo Garrone e Alice Rohrwacher

Cannes 2018
Una selezione piena di film d’autore e con poco spazio per il cinema più adatto ad attrarre il grande pubblico, ma certo non per questo meno interessante. È stato presentato il programma ufficiale del 71° Festival di Cannes, che si terrà dall’8 al 19 Maggio prossimi, e nel quale il direttore generale Thierry Frémaux sembra aver tradotto nei fatti le ‘minacce’ di un ritorno alle origini della rassegna.

Banditi Netflix e le case di produzione che non privilegiano il grande schermo rispetto allo streaming, eliminate le proiezioni per la stampa e l’esclusività destinata ai giornalisti cinematografici, proibiti i selfie sui red carpet che non saranno più una passerella dove lo spettacolo e il glamour prevalgono sulla sostanza. L’austerity voluta da Frémaux soltanto per ribadire che Cannes è più importante del mondo che si rinnova, è così servita.
In mezzo a tutto ciò, per l’Italia c’è il grande ritorno nel Concorso (dopo l’esclusione del 2017), con addirittura due film: “Dogman” di Matteo Garrone e “Lazzaro felice” di Alice Rohrwacher. Due pellicole attesissime con due autori molto amati dal Festival: Garrone ha già vinto in due circostanze il Grand Prix della Giuria – nel 2008 con “Gomorra” e nel 2012 con “Reality” – mentre la Rohrwacher lo ha ricevuto nel 2014 per “Le meraviglie”. Da segnalare, inoltre, nella prestigiosa sezione Un Certain Regard la presenza di “Euphoria“, film diretto da Valeria Golino con Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea interpreti principali.

C’è poi in corso un dibattito sulla partecipazione o meno di “Loro”, il nuovo film di Paolo Sorrentino la cui uscita è prevista nelle sale italiane in due parti i prossimi 24 Aprile e 10 Maggio, distribuito da Universal Pictures. Frémaux ha certo tutto l’interesse nell’aver Sorrentino alla rassegna ma la divisione dell’opera ha probabilmente irrigidito l’organizzazione francese, e l’uscita prevista in anticipo rispetto alla rassegna impedisce di fatto la presenza al Concorso, ma non esclude quella Fuori Concorso o in un’altra categoria della Selezione. Dalla Croisette c’è un’apertura ma da Indigo Film e da Pathé (le case di produzione) non filtra nulla di più, al momento.

Andiamo dunque all’elenco completo della Selezione ufficiale di Cannes 2018, con il Concorso e Un Certain Regard che avranno come Presidenti di Giuria Cate Blanchett e Benicio Del Toro. Vi ricordo inoltre che nei prossimi giorni arriverà anche il programma delle due sezioni parallele, ovvero la Quinzaine des Réalisateurs e la Semaine de la Critique.

Cannes 2018
Il meraviglioso poster di Cannes 2018 con Jean-Paul Belmondo e Anna Karina da “Pierrot le fou” (1965)


CANNES, 71° FESTIVAL INTERNATIONAL DU FILM

Selezione ufficiale

En Compétition

Film d’apertura
Asghar Farhadi, “TODOS LO SABEN” (130′)

Stéphane Brizé, “EN GUERRE” (100′)
Matteo Garrone, “DOGMAN” (120′)
Jean-Luc Godard, “LE LIVRE D’IMAGE” (90′)
Ryusuke Hamaguchi, “NETEMO SAMETEMO (ASAKO I & II)” (119′)
Christophe Honoré, “PLAIRE AIMER ET COURIR VITE” (132′)
Eva Husson, “LES FILLES DU SOLEIL” (120′)
Jia Zhang-Ke “ASH IS PUREST WHITE” (150′)
Kore-Eda Hirokazu, “SHOPLIFTERS” (121′)
Nadine Labaki, “CAPHARNAÜM” (150′)
Lee Chang-Dong, “BUH-NING” (148′)
Spike Lee, “BLACKKKLANSMAN” (128′)
David Robert Mitchell, “UNDER THE SILVER LAKE” (140′)
Jafar Panahi, “THREE FACES” (84′)
Pawel Pawlikowski, “ZIMNA WOJNA” (85′)
Alice Rohrwacher, “LAZZARO FELICE” (130′)
Kirill Serebrennikov, “LETO” (L’ÉTÉ) (120′)
A.B Shawky, “YOMEDDINE” (97′) – opera prima

Fuori Concorso

Ron Howard, “SOLO: A STAR WARS STORY” (135′)
Gilles Lellouche, “LE GRAND BAIN”

Un Certain Regard

Ali Abbasi, “GRÄNS” (101′)
Meryem Benm’Barek, “SOFIA” (90′)
Andréa Bescond, Eric Metayer, “LES CHATOUILLES” (103′) – opera prima
Bi Gan, “LONG DAY’S JOURNEY INTO NIGHT” (110′)
Nandita Das, “MANTO” (110′)
Antoine Desrosières, “À GENOUX LES GARS” (98′)
Lukas Dhont, “GIRL” (100′) – opera prima
Vanessa Filho, “GUEULE D’ANGE” (120′) – opera prima
Valeria Golino, “EUPHORIA” (120′)
Gaya Jiji, “MON TISSU PRÉFÉRÉ” (96′) – opera prima
Wanuri Kahiu, “RAFIKI” (82′)
Etienne Kallos, “DIE STROPERS” (LES MOISSONNEURS) (102′) – opera prima
Ulrich Köhler,”IN MY ROOM” (120′)
Luis Ortega, “EL ANGEL” (126′)
Adilkhan Yerzhanov, “THE GENTLE INDIFFERENCE OF THE WORLD” (99′)

Proiezioni di Mezzanotte

Joe Penna, “ARCTIC” (110′)
Yoon Jong-Bin, “GONGJAK” (147′)

Proiezioni Speciali

Aditya Assarat, Wisit Sasanatieng, Chulayarnon Sriphol, Apichatpong Weerasethakul, “10 YEARS IN THAILAND” (92′)
Nicolas Champeaux, Gilles Porte, “THE STATE AGAINST MANDELA AND THE OTHERS” (105′)
Carlo Diegues, “O GRANDE CIRCO MÍSTICO” (LE GRAND CIRQUE MYSTIQUE) (94′)
Romain Goupil, “LA TRAVERSÉE” (141′)
Michel Toesca, “À TOUS VENTS” (100′)
Wang Bing, “LES ÂMES MORTES” (495′)
Wim Wenders, “POPE FRANCIS – A MAN OF HIS WORD” (LE PAPE FRANÇOIS – UN HOMME DE PAROLE) (96′)

Cortometraggi

Oren Gerner, “GABRIEL” – France (15′)
Raymund Ribay Gutierrez, “JUDGEMENT” – Filippine (15’)
Celine Held, Logan George, “CAROLINE” – USA (12’)
Saeed Jafarian, “TARIKI” (Ombre) – Iran (14’)
Marta Pajek, “III” – Polonia (12’) – animazione
Masahiko ato, Genki Kawamura, Yutaro Seki, Masayuki Toyota, Kentaro Hirase, “DUALITY” – Japon (14’)
Wei Shujun , “ON THE BORDER” – Cina (15′)
Charles Williams, “TOUTES CES CRÉATURES” – Australia (13’)

La Sélection Cinéfondation

Ori Aharon, “DOLFIN MEGUMI” – Steve Tisch School of Film & Television, Tel Aviv University, Israël (28’)
Zhannat Alshanova, “END OF SEASON” – The London Film School, Royaume-Uni (23’)
Louise Aubertin, Éloïse Girard, Marine Meneyrol, Jonas Ritter, Loucas Rongeart, Amandine Thomoux, “SAILOR’S DELIGHT” – ESMA, France (6’)
Lucia Bulgheroni, “INANIMATE NFTS” – Royaume-Uni , Gran Bretagna (8’)
Diego Céspedes, “EL VERANO DEL LEÓN ELÉCTRICO” – Universidad de Chile, ICEI, Cile (22′)
Jamie Dack, “PALM TREES AND POWER LINES” – NYU Tisch School of the Arts, USA (15′)
Di Shen, “DONG WU XIONG MENG” – Shanghai Theater Academy, Cina (31′)
Laura Garcia, “FRAGMENT DE DRAME” – La Fémis, Francia (24’)
Constanza Gatti, “CINCO MINUTOS AFUERA” – Universidad del Cine (FUC), Argentina (10′)
Ariel Gutiérrez, “LOS TIEMPOS DE HÉCTOR” – CCC, Messico (29’)
Eryk Lenartowicz, “DOTS AFTRS” – Australia (23’)
Marta Magnuska, “INNY” – PWSFTviT, Polonia (5′)
Georgiana Moldoveanu, “ALBASTRU SI ROSU, IN PROPORTII EGALE” – UNATC I.L. CARAGIALE, Romania (21′)
Pier Lorenzo Pisano, “COSÌ IN TERRA” – Centro Sperimentale di Cinematografia, Italia (13′)
Igor Poplauhin, “KALENDAR” – Moscow School of New Cinema, Russia (28′)
Arian Vazirdaftari, “MESLE BACHE ADAM” – Tehran University of Dramatic Arts, Iran, (20′)
Andrew Zox, “I AM MY OWN MOTHER” – San Francisco State University, USA (23’)

Si ringrazia il sito ufficiale del Festival di Cannes

4 Replies to “Cannes 2018: l’Italia torna in concorso con Matteo Garrone e Alice Rohrwacher”

  1. E’ stata davvero una piacevole sorpresa leggere del ritorno di Nadine Labaki: avevo perso completamente le tracce di quest’ottima regista da oltre 5 anni. Andrai a vedere il suo film?

    Piace a 1 persona

    1. Di lei vidi “Caramel”, ma è passato un po’ e lo dovrei rivedere, mi era molto piaciuto. Il problema di film d’autore come questo è la distribuzione, trovare una sala è complicato! Dipende anche da come andrà a Cannes 2018…

      Mi piace

      1. Io ho la fortuna di vivere vicino a Firenze, e questo mi permette di vedere anche i film più misconosciuti. E’ successo anche ieri, quando sono andato a vedere “Il mio nome è Thomas”: te lo consiglio caldamente, è davvero molto bello e molto profondo. Grazie per la risposta! 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.