“I Magnifici 7”, un grande ritorno

Tra tanti remake e nuove versioni di grandi classici, spesso deludenti, ogni tanto arriva anche qualcosa di notevole: è il caso de “I Magnifici 7”, diretto da Antoine Fuqua, presentato in anteprima come film di chiusura alla 73^ Mostra del Cinema di Venezia e in questo periodo protagonista nelle sale internazionali.

1879, Stati Uniti. Quando la città di Rose Creek si ritrova sotto la minaccia del cinico magnate Bartholomew Bogue (Peter Sarsgaard), che ha intenzione di appropriarsi dei terreni per sfruttare la vicina miniera d’oro e proseguire i suoi sporchi affari. I cittadini, per lo più contadini, in preda alla disperazione e dopo che alcuni di loro sono stati uccisi a sangue freddo da Bogue dai suoi scagnozzi, per trovare protezione e riscatto cercano dei professionisti dal grilletto veloce e disposti a rischiare tutto. Nella città più vicina, la giovane vedova Emma Cullen (Haley Bennett) e Teddy Q (Luke Grimes) trovano l’esecutore giudiziario Sam Chisolm (Denzel Washington), che accetta l’incarico di sfidare Bogue e il suo esercito quando tonerà a Rose Creek. Chisolm riuscirà a ingaggiare anche il giocatore d’azzardo Josh Faraday (Chris Pratt), l’amico ed ex militare Goodnight Robicheaux (Ethan Hawke) che viaggia insieme all’abile Billy Rocks (Byung-Hun Lee), quindi il selvaggio Jack Horne (Vincent D’Onofrio), il fuorilegge Vasquez (Manuel Garcia-Rulfo) e il comanche Red Harvest (Martin Sensmeier). Mentre preparano la città per la violenta resa dei conti che sanno essere imminente, i sette “magnifici” pistoleri comprenderanno presto che si trovano a lottare per qualcosa che va oltre il denaro…

Scritto da Richard Wenk e da Nic Pizzolatto, ispirato al celebre “I Sette Samurai” di Akira Kurosawa, “I Magnifici 7” è naturalmente una riproposizione del capolavoro di John Sturges del 1960, un classico del cinema western che poteva vantare un cast composto tra gli altri da Yul Brynner, Steve McQueen, James Coburn, Charles Bronson, Robert Vaughn, Brad Dexter e Eli Wallach (nel ruolo del cattivo, Calvera). Chi vi scrive è, oltre che un appassionato del western classico e del western all’italiana, anche spesso diffidente nei confronti dei remake di film “pietre miliari” della storia del cinema, perché convinto che certe opere proprio non vadano toccate, per varie ragioni. Eppure…

Eppure stavolta sono rimasto piacevolmente sorpreso. Del resto, a ben vedere, se alla regia metti un maestro del cinema d’azione come Antoine Fuqua (“Training Day”, “King Arthur”, “Olympus Has Fallen”, “The Equalizer”…) è difficile sbagliare.
Quali dunque i punti di forza del film?
Innanzitutto, la scelta intelligente di non copiare il passato ma di rinfrescarlo, adattandolo al presente. Parliamo di maggiore ritmo, di accentuazione della fisicità degli interpreti, con un utilizzo limitato degli effetti visivi privilegiando il lavoro degli stuntmen e attraverso una regia attenta, brillante, pronta, sempre sul pezzo di Fuqua. Per grandi linee, “I Magnifici 7” ripercorre lo schema del 1960: il cattivo di turno contro la popolazione indifesa e pistoleri che, ciascuno con una propria storia alle spalle, cercano redenzione e riscatto proprio come quei contadini, e che non si faranno scrupoli nell’aiutarli. Vi è un buon equilibrio tra elementi in comune e differenze con l’originale (che vi invito a scoprire guardando il film!) che rende l’opera un intelligente omaggio ma anche un’autorevole novità nel genere western.

Grazie anche a un cast di prim’ordine dal quale spiccano un eccezionale Denzel Washington e un ottimo Chris Pratt, senza dimenticare Ethan Hawke (che ha recittato insieme a Denzel in “Training Day”) ma anche lo sguardo ferito e pieno di rabbia della brava Haley Bennett/Emma Cullen, Fuqua coglie attimi, dettagli, raccoglie ispirazione dal cinema di Sergio Leone (primi piani e prospettive), da quello di John Ford (i protagonisti sono in fondo dei solitari), cita Edward Dmytryk (Rose Creek è molto simile come struttura alla Warlock dell’omonimo capolavoro del 1959) e omaggia Sturges e Bernstein nel miglior modo possibile (titoli finali da vedere obbligatoriamente!). E la tensione drammatica, l’attesa prima degli scontri, la preparazione alla battaglia intrattengono lo spettatore senza mai un momento di minore interesse. A questo contribuisce l’ottima colonna sonora di James Horner, completata da Simon Franglen dopo la scomparsa del grande compositore statunitense ma il cui stile è perfettamente riconoscibile.
Unico appunto è forse sull’approfondimento dei personaggi, dove si sarebbe potuto fare meglio, anche se è chiara la scelta di puntare quasi totalmente sull’azione rispetto al resto. E poi il villain: non perché il Bartholomew Bogue di Peter Sarsgaard non sia abbastanza cattivo e spietato, ma probabilmente il personaggio non viene approfondito troppo, oltre la temibile superficie: incarna la violenza pura, bruta e inspiegabile.

Il voto di “Ieri, Oggi, Domani”

2-stelle-e-mezzo

Spettacolare, entusiasmante: “I Magnifici 7” è un remake più che degno. 

La scheda del film

“I Magnifici 7” (The Magnificent Seven), regia di Antoine Fuqua – USA 2016 – Western, Azione
interpreti principali e ruoli: Denzel Washington (Sam Chisolm), Chris Pratt (Josh Faraday), Ethan Hawke (Goodnight Robicheaux), Vincent D’Onofrio (Jack Horne), Lee Byung-Hun (Billy Rocks), Manuel Garcia-Rulfo (Vasquez), Martin Sensmeier (Red Harvest), Haley Bennett (Emma Cullen), Matt Bomer (Matthew Cullen), Peter Sarsgaard (Bartholomew Bogue), Luke Grimes (Teddy Q), Jonathan Joss (Denali), Cam Gigandet (McCann), Emil Beheshti (Maxwell), Mark Ashworth (il prete), Billy Slaughter (Josiah)
Soggetto e Sceneggiatura: Richard Wenk, Nic Pizzolatto, liberamente ispirato al soggetto originale de “I sette samurai” di Akira Kurosawa
Montaggio: John Refoua
Fotografia: Mauro Fiore
Scenografia: Derek R. Hill
Costumi: Sharen Davis
Musica: Simon Franglen, James Horner
Casting: Jo Edna Boldin, Lindsay Graham, Mary Vernieu
Prodotto da Metro-Goldwyn-Mayer, Columbia Pictures, LStar Capital con Village Roadshow Pictures, Pin High Productions, Escape Artists per Sony Pictures Italia, Warner Bros. Pictures Italia
Formato: a colori
Durata: 132′
Uscita italiana: 22 Settembre 2016
Uscita USA: 23 Settembre 2016

Locandina I magnifici sette

Giuseppe Causarano
@Causarano88Ibla

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...