Festival di Cannes 2015, le principali novità

42984_ppl
Il 68° Festival di Cannes
 è iniziato lo scorso Mercoledì, 13 Maggio, e si concluderà il 24 di questo mese. Come sempre sulla Croisette c’è grande attesa, tanto glamour e ovviamente moltissimi film in Concorso di grande interesse, oltre che un’offerta variegata nelle varie categorie.
Quest’anno l’Italia torna protagonista nella selezione ufficiale con tre film in Concorso: da Mia madre di Nanni Moretti, uscito lo scorso 16 Aprile nelle nostre sale, a Il racconto dei racconti di Matteo Garrone (in questi giorni al Cinema) e Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino (presto in uscita).

Nanni Moretti, già vincitore del Premio alla Miglior Regia nel 1994 e della Palma d’Oro nel 2001 a Cannes, torna sulla Croisette con un film in parte autobiografico e che affronta aspetti propri del cinema del regista e attore, che mette in evidenza l’attualità politica e sociale drammatica che il nostro Paese vive da anni e la difficoltà di comunicazione e dell’adattarsi nel nostro tempo che Moretti avverte sempre di più, e le racconta, nel suo stile. Protagonista è Margherita Buy, nel ruolo di Margherita, una regista in grave difficoltà per un set complicato e un film che non riesce a portare avanti, proprio mentre l’anziana madre è molto malata, non trova un confronto con la figlia adolescente e cerca un riferimento nel fratello Giovanni (interpretato da Moretti), un ingegnere che ha preso un periodo di inattività dal lavoro. Il genere fantasy-horror è quello con il quale si è confrontato stavolta Matteo Garrone, che si conferma regista e autore completo e dimostra anche coraggio nell’aver realizzato un film così “diverso” rispetto agli standard attuali del nostro Cinema. E per questo gli vanno fatti i complimenti a prescindere! L’opera, che ha ricevuto critiche contrastanti nel secondo giorno del Festival (giorno di presentazione che coincide con l’esordio nelle sale), è tratta dai racconti di Giambattista Basile ed è composta da tre episodi. Si parla del Re di Roccaforte (Vincent Cassel), ossessionato dalle donne e che verrà attratto da due anziane sorelle attraverso degli equivoci; del sovrano di Altomonte (Toby Jones) che organizza un torneo per dare in sposa la figlia ma è certo che nessuno supererà le prove; e della Regina di Selvascura (Salma Hayek) disposta ad andare oltre il limite pur di avverare il desiderio di diventare madre.
Foto 3

Dopo l’Oscar, il Golden Globe e il successo di critica (per la maggior parte) e pubblico con La Grande Bellezza, Paolo Sorrentino torna con un film che si preannuncia vicino al precedente come stile e tecnica ma con un cast totalmente rinnovato. Youth – La giovinezza ha come protagonista il grandissimo Michael Caine, nel ruolo di Fred Ballinger, un compositore e direttore d’orchestra in pensione che non ha alcuna intenzione di tornare alla sua carriera musicale dopo averla abbandonata da molto tempo, e sta trascorrendo un periodo di riposo in un hotel vicino le Alpi insieme a Mick Boyle (Harvey Keitel), un suo amico regista che sta ancora lavorando sulla sceneggiatura del suo ultimo film. Entrambi gli amici sanno che i loro giorni non sono molti e decidono di affrontare il loro futuro insieme. Ma a differenza di loro, nessun altro sembra preoccupato per il passare del tempo… Il film arriverà al Cinema dal 20 Maggio prossimo e vede anche Rachel Weisz tra gli interpreti. Tra gli altri film più attesi troviamo Sicario di Denis Villeneuve, con Emily Blunt, Benicio Del Toro e Josh Brolin, Carol di Tedd Haynes con Cate Blanchett, Rooney Mara e Sarah Paulson tra gli interpreti, The Sea Of Trees di Gus Van Sant, Macbeth di Justin Kurtzel e Dheepan di Jacques Audiard. La Giuria di quest’anno è composta da personalità di grande rilievo: Presidenti i due fratelli registi Joel e Ethan Coen, quindi troviamo Jake Gyllenhaal, Guillermo Del Toro, Sienna Miller, Rossy De Palma, Rokia Traoré, Sophie Marceau e Xavier Dolan. 200338498-13830b02-b48e-4bb0-8239-0806fb105e95
Andiamo a riepilogare le Categorie della Selezione ufficiale di Cannes 68, che ha come protagonista del poster la grande Ingrid Bergman, a partire dai film in Concorso (Compétition), quindi Un Certain Regard, Fuori Concorso (Hors Compétition), Proiezioni Speciali (Séances Spéciales), Cinéfondation e Cortometraggi (Courts Métrages).

Concorso

Carol, regia di Todd Haynes
Chronic, regia di Michel Franco
Dheepan, regia di Jacques Audiard
Il racconto dei racconti (Tale Of Tales), regia di Matteo Garrone
La Loi Du Marché (The Measure of a Man) , regia di Stéphane Brizé
Louder Than Bombs, regia di Joachim Trier
Macbeth, regia di Justin Kurzel
Marguerite & Julien, regia di Valérie Donzelli
Mia Madre, regia di Nanni Moretti
Mon Roi, regia di Maïwenn Nie Yinniang (The Assassin), regia di Hou Hsiao-Hsien
Saul Fia (Son of Saul), regia di László Nemes
Shan ne gu ren (Mountains May Depart), regia di Jia Zhang-Ke
Sicario, regia di Denis Villeneuve
The Lobster, regia di Yorgos Lanthimos
The Sea of Trees, regia di Gus Van Sant
Unimachi Diary (Our Little Sister), regia di Kore-eda Hirokazu
Valley Of Love, regia di Guillaume Nicloux
Youth, regia di Paolo Sorrentino

Un Certain Regard

Alias Maria, regia di José Luis Rugeles Gracia
An, regia di Naomi Kawase
Chauthi Koot (The Fourth Direction), regia di Gurvinder Singh
Comoara (The Treasure), regia di Corneliu Porumbiou
Hrútar (Rams), regia di Grímur Hakonarson
Je Suis Un Soldat (I Am a Soldier), regia di Laurent Larivière
Kishibe No Tabi (Journey To The Shore), regia di Kurosawa Kiyoshi
Lamb, regia di Yared Zeleke
Las Elegidas (The Chosen Ones), regia di David Pablos
Madonna, regia di Shin Su-Won
Maryland (Disorder), regia di Alice Winocour
Masaan, regia di Neeraj Ghaywan
Mu-Roe-Han (The Shameless), regia di Oh Seung-Uk
Nahid, regia di Ida Panahandeh
Rak Ti Khon Kaen (Cemetery of Splendour), regia di Apichatpong Weerasethakul
Taklub, regia di Brillante Mendoza
The Other Side, regia di Roberto Minervini
Un Etaj Mai Jos (One Floor Below), regia di Radu Muntean
Zvizdan (The High Sun), regia di Dalibor Matanic

Fuori Concorso

Inside Out, regia di Pete Docter
Irrational Man, regia di Woody Allen
La Glace et Le Ciel (Ice And The Sky), regia di Luc Jacquet
La Tete Haute (Standing Tall), regia di Emmanuelle Bercot
Mad Max: Fury Road, regia di George Miller
The Little Prince, regia di Mark Osborne
Midnight Projections
Amy, regia di Asif Kapadia
Love, regia di Gaspar Noé
O Piseu (Office), regia di Hong Won-Chan

Proiezioni Speciali

A Tale Of Love And Darkness, regia di Natalie Portman
Amnesia, regia di Barbet Schroeder
Asphalte (Macadam Stories), regia di Samuel Benchetrit
Hayored Lema’Ala (Afterthought), regia di Elad Keidan
Oka (Our House), regia di Souleymane Cisse
Panama, regia di Pavle Vuckovic
Une Hostiore De Fou (Don’t Tell Me The Boy Was Mad), regia di Robert Guediguian

Cinéfondation

14 steps, regia di Maksim Shavkin
Abwesend (Absent), regia di Eliza Petkova
Ainahan Ne Palaa (To Return Until), regia di Salla Sorri
Anfibio (Amphibian), regia di Héctor Silva Núñez
Asara Rehovot Mea Etsim (Ten Buildings Away), regia di Miki Polonski
El Ser Magnético (The Magnetic Nature), regia di Mateo Bendesky
Het Paradijs (Paradise), regia di Laura Vandewynckel
Koshtargah (Slaughterhouse), regia di Behzad Azadi
Leonardo, regia di Félix Hazeaux, Thomas Nitsche, Edward Noonan, Franck Pina, Raphaëlle Plantier
Les Chercheurs (The Wheel Of Emotions), regia di Aurélien Peilloux
Locas Perdidas (Lost Queens), regia di Ignacio Juricic Merillan
Manoman, regia di Simon Cartwright
Retriever, regia di Tomáš Klein, Tomáš Merta
Ri Guang Zhi Xia (Under The Sun), regia di Qiu Yang
Share, regia di Pippa Bianco
The Return Of Erkin, regia di Maria Guskova
Tsunami, regia di Sofie Kampmark Victor XX, regia di Ian Garrido López

Cortometraggi

Ave Maria, regia di Basil Khalil
Copain (Buddy), regia di Jan Roosens, Raf Roosens
Le Repas Dominical (Sunday Lunch), regia di Céline Devaux
Love Is Blind, regia di Dan Hodgson
Patriot, regia di Eva Riley
Presente Imperfecto (Present Imperfect), regia di Iair Said
Sali (Tuesday), regia di Ziya Demirel
The Guests, regia di Shane Danielsen
Waves ’98, regia di Ely Dagher

Fonte festival-cannes.fr/en

Giuseppe Causarano

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...