Un pensiero per Ettore Scola

Quando se ne vanno i grandi, occorre fermarsi e pensare a quello che hanno fatto nella loro vita. Ettore Scola ci ha lasciato, all’età di 84 anni. Uno più importanti registi e sceneggiatori della storia del Cinema italiano, che ha lavorato con i più grandi attori e autori, firmando opere di eccezionale importanza.
Scola fa parte della mia formazione da cinefilo, ho conosciuto i suoi film già da piccolo e li porto sempre con me. Il mio preferito è “C’eravamo tanto amati” (1974), un capolavoro che racconta l’amicizia, l’amore, la società italiana che cambiava dopo la guerra. Una pellicola di incredibile contemporaneità.
Grazie Ettore, per tutto quello che ci hai dato. Il tuo Cinema resterà sempre con noi.

In carriera Scola ha scritto circa 90 film, compresi la maggior parte di quelli che ha diretto. Quattro delle sue opere sono state candidate all’Oscar come Miglior Film straniero, e tra i numerosi riconoscimenti ha ottenuto al Festival di Cannes il Premio alla Regia per “Brutti, sporchi e cattivi” (1976) e il Premio per la Miglior sceneggiatura de “La Terrazza” , insieme agli amici Age & Scarpelli (1980), al Festival di Berlino l’Orso d’argento alla Regia per “Ballando ballando” (1983), e otto David di Donatello fra i quali quello alla carriera nel 2011. Da regista ha realizzato:

“Se permettete parliamo di donne” (1964)
“Thrilling” (1965) – episodio “Il vittimista”
“La congiuntura” (1965)
“L’arcidiavolo” (1966)
“Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa?” (1968)
“Il Commissario Pepe” (1969)
“Dramma della gelosia – Tutti i particolari in cronaca” (1970)
“Permette? Rocco Papaleo” (1971)
“Festival dell’Unità 1972” (1972) – cortometraggio documentario
“La più bella serata della mia vita” (1972)
“Trevico-Torino – Viaggio nel Fiat-Nam” (1973)
“Festival Unità” (1973) – documentario
“C’eravamo tanto amati” (1974)
“Carosello per la campagna referendaria sul divorzio” (1975) – cortometraggio documentario”
“Brutti, sporchi e cattivi” (1976)
“Signore e signori, buonanotte” (1976)
“Una giornata particolare” (1977)
“I nuovi mostri” (1977) – episodi “L’uccellino della Val Padana”, “Il sospetto”, “Hostaria”, “Come una regina”, “Cittadino esemplare”, “Sequestro di persona cara” ed “Elogio funebre”
“La terrazza” (1980)
“Passione d’amore” (1981)
“Vorrei che volo” (1982) – documentario
“Il mondo nuovo” (La Nuit de Varennes) (1982)
“Ballando ballando” (1983)
“L’addio a Enrico Berlinguer” (1984) – cortometraggio documentario
“Maccheroni” (1985)
“Imago urbis” (1987) – documentario
“La famiglia” (1987)
“Splendor” (1989)
“Che ora è?” (1989)
“Il viaggio di Capitan Fracassa” (1990)
“Mario, Maria e Mario” (1993)
“Romanzo di un giovane povero” (1995)
“I corti italiani” (1997) – episodio “1943-1997”
“La cena” (1998)
“Concorrenza sleale” (2001)
“Un altro mondo è possibile” (2001) – documentario
“Lettere dalla Palestina” (2002) – documentario
“Gente di Roma” (2003)
“Che strano chiamarsi Federico” (2013)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...