Cinema, Novità in sala

Cinema, le novità: da “Assassinio sull’Orient Express” a “Smetto Quando Voglio – Ad honorem”

Murder on the Orient Express Movie
Tantissime le novità in uscita in questi giorni nelle sale italiane: fra tutte, spiccano “Assassinio sull’Orient Express” di Kenneth Branagh, nuova versione cinematografica del romanzo di Agatha Christie, “Smetto Quando Voglio – Ad honorem”, capitolo finale della trilogia di Sydney Sibilia. Ma non soltanto: andiamo alla presentazione.

Dal 29 Novembre

Locandina Amori che non sanno stare al mondoAmori che non sanno stare al mondo, regia di Francesca Comencini – Italia 2017 – Drammatico
interpreti principali: Lucia Mascino, Thomas Trabacchi, Carlotta Natoli, Valentina Bellè, Camilla Semino Favro, Filippo Dini, Iaia Forte
Soggetto e Sceneggiatura: Francesca Comencini, Laura Paolucci, Francesca Manieri, dal romanzo omonimo di Francesca Comencini
Fotografia: Valerio Azzali
Montaggio: Ilaria Fraioli
Scenografia: Paola Riviello
Costumi: Veronica Fragola
Musica: Valerio Vigliar
Prodotto da Rai Cinema, Fandango per Warner Bros. Pictures Italia
Formato: a colori
Durata: 92′

Sinossi: Claudia (Lucia Mascino) e Flavio (Thomas Trabacchi) si sono amati, a lungo e con grande passione. Poi tutto è finito e per lei non è stato facile. Dopo tanti anni il loro è un mondo alla deriva, come un’isola. Lui ha dentro la furia di andare avanti, tornare a terra; lei non vorrebbe dimenticare mai.
Un film che racconta con ironia e grande lucidità una storia d’amore che non sa stare al mondo, il modo in cui le donne ne affrontano la fine e un nuovo inizio.

Note di regia
Con questo film ho cercato di raccontare con gioia e allegria un disordine amoroso e un dolore, perché quando si soffre per amore, quando si cercano le parole per rovesciare l’assetto delle cose, quando ci si lancia come delle Don Chisciotte impazzite contro la fine degli amori, si è disperate ma anche molto buffe. Ho cercato di creare un personaggio femminile non vittima, seppure sofferente, un personaggio irritante e tenero, scomodo, combattivo. Con lei, intorno a lei, tanti altri personaggi femminili, tasselli di uno stesso mosaico, donne che cercano un altro modo possibile di stare al mondo. In mezzo un uomo, affascinante, che sembra vicino, vicinissimo, ma è ancora lontano: troppo impaurito, troppo guardingo di fronte a tanto disordine e a tanto cercare. Ho voluto molto ardentemente fare questo film, perché credo sia una delle grandi utopie del nostro tempo quella che si nasconde dietro tutto questo disordine. C’è un tesoro nascosto dentro quel rincorrersi, dentro tante incomprensioni, tanti belligeranti nottate: un modo differente per gli uomini e le donne di stare assieme senza pagare il prezzo, ormai irricevibile eppure ancora moneta corrente, del silenzio delle une e del dominio degli altri. (si ringrazia Cinecittà Luce)

_____________________

Dal 30 Novembre

Locandina italiana Assassinio sull'Orient ExpressAssassinio sull’Orient Express (Murder on the Orient Express), regia di Kenneth Branagh – USA 2017 – Drammatico, Giallo
interpreti principali: Kenneth Branagh, Penélope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad, Leslie Odom Jr., Michelle Pfeiffer, Daisy Ridley, Michael Peña, Lucy Boynton, Derek Jacobi, Tom Bateman, Marwan Kenzari, Olivia Colman, Miranda Raison
Soggetto e Sceneggiatura: Michael Green , dal romanzo di Agatha Christie
Fotografia: Haris Zambarloukos
Montaggio: Mick Audsley
Scenografia: Jim Clay
Costumi: Alexandra Byrne
Musica: Patrick Doyle
Casting: Lucy Bevan
Una presentazione Twenthieth Century Fox, prodotto da Genre Films, The Mark Gordon Company, Scott Free Productions, Latina Pictures, The Estate of Agatha Christie per 20th Century Fox Italia
Formato: a colori
Durata: 114′

Sinossi: Quello che è iniziato come un viaggio di lusso in treno attraverso l’Europa diventa improvvisamente uno dei più eleganti, ricchi di tensione ed emozionanti misteri mai narrati. Assassinio sull’Orient Express racconta così la storia di tredici estranei bloccati su un treno, dove ciascuno di loro è un sospettato. L’investigatore Hercule Poirot (Kenneth Branagh) dovrà combattere contro il tempo per risolvere l’enigma, e prima che l’assassino colpisca ancora.

______________________

Locandina Smetto quando voglio - Ad HonoremSmetto Quando Voglio – Ad honorem, regia di Sydney Sibilia – Italia 2017 – Commedia
interpreti principali: Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Pietro Sermonti, Marco Bonini, Rosario Lisma, Giampaolo Morelli, Peppe Barra, Greta Scarano, Luigi Lo Cascio, Valeria Solarino, Neri Marcorè
Soggetto e Sceneggiatura: Sydney Sibilia, Francesca Manieri, Luigi Di Capua
Fotografia: Vladan Radovic
Montaggio: Gianni Vezzosi
Scenografia: Alessandro Vannucci
Costumi: Patrizia Mazzon
Musica: Michele Braga
Prodotto da Fandango, Groenlandia, Rai Cinema per 01 Distribution
Formato: a colori
Durata: 96′

Sinossi: “Sopox è la formula del gas nervino. Ecco a cosa gli serviva un cromatografo. ‘Sto pazzo si è messo a sintetizzare del gas nervino”.
Inizia così il capitolo finale della saga di Smetto Quando Voglio. Pietro Zinni (Edoardo Leo) è in carcere e con lui tutta la banda. Ma non possono rimanerci a lungo perché in giro c’è Walter Mercurio (Luigi Lo Cascio) che è pronto a fare una strage e solo le migliori menti in circolazione possono fermarlo.
Ma chi è Walter Mercurio? Cosa nasconde? Qual è il suo piano?
La Banda si riunisce per l’ultima volta per affrontare il cattivo più cattivo di sempre. Ma non possono farcela da soli, stavolta avranno bisogno dell’aiuto del nemico storico, Murena (Neri Marcorè). Con lui dovranno evadere da Rebibbia per anticipare le mosse di Mercurio, cercando di capire come neutralizzare l’attacco che sta mettendo in piedi, un evento a cui parteciperanno centinaia di persone.

_____________________

Locandina italiana Happy EndHappy End, regia di Michael Haneke – Francia 2017 – Drammatico
interpreti principali: Isabelle Huppert, Mathieu Kassovitz, Jean-Louis Trintignant, Fantine Harduin, Dominique Besnehard, Nabiha Akkari, Jack Claudany, Hassam Ghancy, Jackee Toto, Franck Andrieux
Soggetto e Sceneggiatura: Michael Haneke
Fotografia: Christian Berger
Montaggio: Monika Willi
Prodotto da  Les Films du Losange, X-Filme Creative Pool, Wega Film, Arte France Cinéma, France 3 Cinéma, Westdeutscher Rundfunk, Bayerischer Rundfunk per Cinema
Formato: a colori
Durata: 111′

Sinossi: “Happy end” è un luogo, non per forza fisico come la Calais in cui è ambientato, spazio di transito per i rifugiati. In una sontuosa magione borghese la ricca famiglia Laurent, riflesso di una società votata all’egoismo e all’infelicità, vive la propria vita in modo anaffettivo e cinico, senza rendersi conto di non sapere più cosa conta veramente nella vita.
Il pluripremiato regista Michael Haneke dopo Amour, Palma d’oro al Festival di Cannes, torna con un film attuale e tagliente, rigoroso e spiazzante, e impreziosito dalle interpretazioni di due mostri sacri del cinema francese, Isabelle Huppert e Jean-Louis Trintignant.

______________________

Locandina italiana Seven SistersSeven Sisters (What Happened To Monday), regia di Tommy Wirkola – USA 2017 – Azione, Avventura
interpreti principali:  Noomi Rapace, Glenn Close, Willem Dafoe, Marwan Kenzari, Christian Rubeck, Pål Sverre Hagen, Tomiwa Edun, Robert Wagner, Lara Decaro, Vegar Hoel, Jeppe Beck Laursen
Soggetto e Sceneggiatura: Max Botkin, Kerry Williamson
Fotografia: José David Montero
Montaggio: Martin Stoltz
Scenografia: Joseph A. Hodges
Musica: Christian Wibe
Prodotto da Nexus Factory, Raffaella Productions, SND Films, Title Media, Umedia, Vendôme Pictures per Koch Media
Formato: a colori
Durata: 123′

Sinossi: Una legge centrale, varata per arginare la crescita incontrollata della popolazione, permette alle famiglie il concepimento di un solo figlio per nucleo. In questo contesto austero e limitato, sette sorelle gemelle lottano per vivere un’esistenza normale fingendo di essere tutte la stessa persona (una ragazza di nome Karen Settman) alternandosi nei suoi panni nel mondo esterno per qualche ora a settimana. Alle piccole Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica (tutte interpretate da Noomi Rapace), allevate dal nonno (Willem Dafoe), è permesso uscire di casa soltanto nel giorno corrispondente al proprio nome, con il divieto assoluto di rivelare il segreto della loro famiglia. Nascoste per sei giorni a settimana, camuffate nelle ore concesse all’esterno, crescono senz’altra compagnia che quella del nonno e delle sorelle, fino a quando una di loro, Lunedì, sparisce nel nulla. Toccherà alle altre indagare sulla scomparsa della maggiore, anche se questo significa uscire al di fuori del giorno stabilito.

______________________

Locandina Riccardo va all'infernoRiccardo va all’inferno, regia di Roberta Torre – Italia, Francia 2017 – Musicale, Fantastico
interpreti principali: Massimo Ranieri, Sonia Bergamasco, Silvia Gallerano, Silvia Calderoni, Teodoro Giambanco, Michelangelo Dalisi, Ivan Franek, Matilde Diana, Antonella Lo Coco, Tommaso Ragno
Soggetto e Sceneggiatura: Roberta Torre, Valerio Bariletti
Fotografia: Matteo Cocco
Montaggio: Giogiò Franchini
Scenografia: Luca Servino
Costumi: Massimo Cantini Parrini
Musica: Mauro Pagani
Prodotto da AGIDI, Rosebud Entertainment Pictures per Medusa Film
Formato: a colori
Durata: 91′

Sinossi: in un Fantastico Regno alle porte di una città di nome Roma, vive in un decadente Castello la Nobile Famiglia Mancini, stirpe di alto lignaggio che gestisce un florido traffico di droga e di malaffare. Qui, Riccardo Mancini (Massimo Ranieri) è da sempre in lotta con i fratelli per la supremazia e il comando della famiglia, dominata dagli uomini ma retta nell’ombra dalla potente Regina Madre (Sonia Bergamasco), grande tessitrice di equilibri perversi. Un tragico e oscuro incidente ha reso Riccardo zoppo e storpio dalla tenera età, minando fortemente la sua salute mentale e obbligandolo a trascorrere anni in un ospedale psichiatrico. Tornato a casa, apparentemente guarito, Riccardo inizia a tramare nell’ombra per assicurarsi il possesso della corona, assassinando chiunque ostacoli la sua scalata al potere. Ma quando diventa Re, perde tutto: Riccardo va all’inferno e lo fa sorridendo…

_____________________

Locandina italiana Daddy's Home 2Daddy’s Home 2, regia di Sean Anders – USA 2017 – Commedia
interpreti principali: Mark Wahlberg, Will Ferrell, Mel Gibson, John Lithgow, Linda Cardellini, John Cena, Alessandra Ambrosio, Scarlett Estevez, Owen Vaccaro, Didi Costine, Andrea Anders
Soggetto e Sceneggiatura: Sean Anders, Brian Burns, John Morris
Fotografia: Julio Macat
Montaggio: Brad Wilhite
Scenografia: Clayton Hartley
Costumi: Carol Ramsey
Musica: Michael Andrews
Una presentazione Paramount Pictures, prodotto da Gary Sanchez Productions, Huahua Media per 20th Century Fox Italia
Formato: a colori
Durata: 100′

Sinossi: Una nuova generazione di papà si sfida per conquistare l’affetto dei nipoti. La storia di Daddy’s Home 2 riprende da dove l’abbiamo lasciata, con Dusty (Mark Wahlberg) e Brad (Will Ferrell) diventati amici e padri complementari. Il patrigno amorevole e lo svogliato padre naturale vanno ora incredibilmente d’accordo: educano (o viziano) i bambini a giorni alterni, e i tempi i cui si contendevano il loro amore sono un divertente ricordo lontano. Ma quando l’equilibrio sembra ristabilito, un nonno di troppo si presenta alla porta della famiglia allargata durante le vacanze natalizie, e il tiro alla fune tra genitori ricomincia da capo. Dalle temute scale mobili dell’aeroporto scendono stavolta l’attraente padre di Dusty, Kurt (Mel Gibson), e quello super affettuoso di Brad, Don (John Lithgow), sbarcati per passare le feste in compagnia degli adorati nipoti. Che i differenti approcci dei nuovi arrivati riaccendano la competizione tra i “daddy” originali?

________________

In sala troveremo anche (si ringrazia MyMovies per le schede ai link):

Gli eroi del Natale (The Star), regia di Timothy Reckart – USA 2017 – Animazione, 86′

I love… Marco Ferreri, regia di Pierfrancesco Campanella – Italia 2017 – Documentario, 90′

Sámi Blood, regia di Amanda Kernell – Svezia 2016 – Drammatico, 110′

L’età imperfetta, regia di Ulisse Lendaro – Italia 2017 – Drammatico, 97′

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...