Venezia 72, la premiazione

{}
E’ Desde Allá di Lorenzo Vigas il film che trionfa a Venezia 72, con la vittoria del Leone d’Oro in una cerimonia finale che per l’Italia ha riservato un’unica, comunque prestigiosa affermazione, ovvero la Coppa Volpi per Valeria Golino.

E’ dell’attrice la Miglior interpretazione femminile tra i film in concorso, per Amor vostro, diretto da Giuseppe Gaudino. Nel ruolo di Anna, una donna che vive preferendo non prendere posizione all’interno della sua famiglia, dove per amore dei tre figli e della famiglia ha lasciato che la sua esistenza si spegnesse, lentamente, fino a pensare di non valer molto. Eppure lei, sul lavoro, come suggeritrice in uno studio televisivo, è apprezzata e amata, capace di dare una mano a tutti… meno che a sé stessa. Quando finalmente, dopo anni di precariato, riesce a ottenere un lavoro stabile, inizia a reagire… a partire proprio da un marito che non ama e che è tutt’altra persona da quella che poteva immaginare. «Voglio ringraziare i selezionatori e i membri di giuria, pezzi da novanta, voglio condividere il premio con il mio regista Giuseppe Gaudino, la sceneggiatrice Isabella Sandri», ha detto Valeria Golino. «Questa – ha proseguito l’attrice – è la gioia che ho provato quasi trent’anni fa quando ho vinto la Coppa Volpi. Oggi mi accorgo che dopo tutto questo tempo la consapevolezza è diversa, ma il premio mi dà la stessa infantile e ingenua emozione, e spero rimanga sempre così. Sono molto contenta per me». (fonte Repubblica.it)

Il Leone d’Oro va, come detto, a Desde Allá del regista venezuelano Lorenzo Vigas. Un film dalla tematica molto difficile, che racconta di Armando, un uomo benestante di mezza età che adesca giovani con il denaro. Non vuole toccarli, ma vederli da vicino. Mentre segue anche un uomo d’affari più anziano con il quale sembra aver avuto una relazione traumatica, incontra pure il violento teppista Elder, prepotente e bello. Dopo un inizio complicato, Elder gli fa visita regolarmente per interesse, e nasce un’intimità inattesa. Quando emerge il tormentato passato di Armando, Elder compie per lui un estremo atto di affetto. Per l’esordiente Vegas, messicano d’adozione, un riconoscimento molto importante e siamo certi che il Presidente della Giuria Alfonso Cuarón abbia dato il suo grande contributo nella scelta.
{}

Coppa Volpi per la Miglior interpretazione maschile a Fabrice Luchini per L’Hermine di Christian Vincent, con il regista che viene premiato anche per la Miglior sceneggiatura. Il Leone d’argento per la Miglior Regia invece va a Pablo Trapero per El Clan.
{}

Andiamo dunque a elencare tutti i Premi ufficiali della 72^ Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia:

Venezia 72

Leone d’Oro per il Miglior Film
Desde Allá (From afar) di Lorenzo Vigas (Venezuela, Messico)

Leone d’Argento per la Migliore Regia
Pablo Trapero per il film El Clan (Argentina, Spagna)

Gran Premio della Giuria
Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson (USA)

Coppa Volpi per la Migliore interpretazione femminile
Valeria Golino da Per amor vostro di Giuseppe Gaudino (Italia)

Coppa Volpi per la Migliore interpretazione maschile
Fabrice Luchini da L’Hermine di Christian Vincent (Francia)

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore emergente
Abraham Attah da Beasts of No Nation di Cary Joji Fukunaga (USA)

Premio per la Migliore Sceneggiatura
Christian Vincent per il film L’Hermine di Christian Vincent (Francia)

Premio Speciale della Giuria
Abluka (Follia) di Emin Alper (Turchia, Francia, Qatar)

Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”: The Childood of a Leader di Brady Corbet (Regno Unito, Ungheria) (Sezione Orizzonti)

Premi Orizzonti
Miglior Film
Free In Deed di Jake Mahaffy (USA, Nuova Zelanda)

Miglior Regia
Brady Corbet per The Childood of a Leader (Regno Unito, Ungheria)

Premio Speciale della Giuria Orizzonti
Boi Neon (Neon Bull) di Gabriel Mascaro (Brasile, Uruguay, Paesi Bassi)

Miglior Interpretazione
Dominique Leborne nel film Tempête di Samuel Collardey

Miglior Cortometraggio
Belladonna di Dubravka Turic (Croazia)

Venice Short Film Nomination for the European Film Awards 2015: E.T.E.R.N.I.T. di Giovanni Aloi (Francia)

Premi Venezia Classici
Miglior Documentario sul Cinema: The 1000 Eyes of Dr.Maddin di Yves Montmayeur (Francia)
Miglior Film Restaurato: Salò o le 120 Giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini (1975, Italia, Francia)

Leone d’Oro alla Carriera 2015: Bertrand Tavernier

Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker Award 2015: Brian De Palma

Persol Tribute to Visionary Talent Award 2015: Jonathan Demme

Premio L’Oréal Paris per il Cinema: Valeria Bilello

Si ringrazia il sito ufficiale della Mostra di Venezia

Giuseppe Causarano

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...