Cinema, Eventi

Venezia 75, la selezione ufficiale

Venezia 75
Da First Man di Damien Chazelle a The Favourite di Yorgos Lanthimos, passando per Suspiria di Luca Guadagnino, Roma di Alfonso Cuarón e The Ballad of Buster Scruggs dei fratelli Coen: un programma sontuoso che conferma ancora una volta la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, diretta da Alberto Barbera e giunta alla 75^ edizione, quale punto di riferimento attuale nel panorama internazionale.

Venezia 75

Dal 29 Agosto all’8 Settembre 2018 il Lido ospiterà una quantità straordinaria di autori e interpreti, che rappresenteranno le migliori espressioni del cinema mondiale. L’Italia presenta tre film in Concorso: il già citato Suspiria, nuova versione del capolavoro di Dario Argento, che Guadagnino proporrà con la sua visione particolare e con un cast internazionale, da cui spiccano Dakota Johnson e Tilda Swindon; quindi Capri Revolution di Mario Martone (in coproduzione francese) e What You Gonna Do When The World’s On Fire? di Roberto Minervini (anch’esso in coproduzione, in questo caso franco-statunitense).

Ad aprire la Mostra sarà proprio il nuovo film di Chazelle, il quale, dopo La La Land nel 2016, torna al Lido ancora con Ryan Gosling protagonista in First Man, che racconterà della missione che si concluse con lo sbarco sulla Luna, incentrando la narrazione sull’astronauta Neil Armstrong e sugli anni tra il 1961 e il 1969. Ma vi sarà anche Emma Stone sul red carpet, per ricomporre il terzetto che ci ha fatto sognare: l’attrice Premio Oscar sarà protagonista, insieme a Olivia Colman e Rachel Weisz, in The Favourite di Lanthimos, film molto particolare ambientato alla corte della Regina Anna di Gran Bretagna a inizio ‘700, mentre divampava la guerra contro la Francia.
Tra le altre novità più attese, i già citati Roma di Cuarón, ambientato negli anni ’70 a Città del Messico, e il western The Ballad of Buster Scruggs di Joel e Ethan Coen, una sorpresa tutta da scoprire. Entrambi i film sono distribuiti da Netflix, con la Biennale del Cinema che mostra una maggiore apertura, rispetto al Festival di Cannes, verso la leader delle piattaforme multimediali di streaming.
Da segnalare anche altre opere quali Napszállta (Tramonto) di László Nemes (che vinse il Premio Oscar per il Miglior Film straniero con Il figlio di Saul nel 2016), 22 July di Paul Greengrass (regista di tre capitoli dalla saga di Jason Bourne e di Captain Phillips – Attacco in mare aperto), Doubles Vies di Olivier Assayas e The Sisters Brothers di Jacques Audiard.

Venezia 75

Andiamo dunque al riepilogo di tutte le sezioni ufficiali di Venezia 75:

CONCORSO
(concorso internazionale di un massimo di 20 lungometraggi in prima mondiale)

THE MOUNTAIN, regia di Rick Alverson (USA, 106’)
DOUBLES VIES, regia di Olivier Assayas (Francia, 100′)
THE SISTERS BROTHERS, regia di Jacques Audiard (Francia/Spagna/Romania/Belgio, 120′)
FIRST MAN, regia di Damien Chazelle (USA, 138′)
THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS, regia di Ethan Coen, Joel Coen (USA, 132′)
VOX LUX, regia di Brady Corbet (USA, 110′)
ROMA, regia di Alfonso Cuarón (Messico, 135′)
22 JULY, regia di Paul Greengrass (Norvegia/Islanda, 133′)
SUSPIRIA, regia di Luca Guadagnino (Italia, 152′)
WERK OHNE AUTOR, regia di Florian Henckel von Donnersmarck (Germania, 188′)
THE NIGHTINGALE, regia di Jennifer Kent (Australia, 136′)
THE FAVOURITE, regia di Yorgos Lanthimos (USA/Gran Bretagna/Irlanda, 120′)
PETERLOO, regia di Mike Leigh (Gran Bretagna/USA, 154′)
CAPRI-REVOLUTION, regia di Mario Martone (Italia/Francia, 122′)
WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD’S ON FIRE?, regia di Roberto Minervini (Italia/Francia/USA, 123′)
NAPSZÁLLTA (TRAMONTO), regia di László Nemes (Ungheria/Francia, 142′)
FRÈRES ENNEMIS, regia di David Oelhoffen (Francia/Belgio, 111′)
NUESTRO TIEMPO, regia di Carlos Reygadas (Danimarca/Svezia, 173′)
AT ETERNITY’S GATE, regia di Julian Schnabel (USA/Francia, 110′)
ACUSADA, regia di Gonzalo Tobal (Argentina/Messico, 108′)
ZAN (KILLING), regia di Shinya Tsukamoto (Giappone, 80′)

FUORI CONCORSO
(Lavori di autori affermati, documentari o film nei quali la dimensione spettacolare si accompagna a forme di originalità espressiva)

UNA STORIA SENZA NOME, regia di Roberto Andò (Italia/Francia, 110′)
LES ESTIVANTS, regia di Valeria Bruni Tedeschi (Francia/Italia, 125′)
A STAR IS BORN, regia di Bradley Cooper (USA, 135′)
MI OBRA MAESTRA, regia di Gastón Duprat (Argentina/Spagna, 100′)
A TRAMWAY IN JERUSALEM, regia di Amos Gitai (Israele/Francia, 90′)
UN PEUPLE ET SON ROI, regia di Pierre Schoeller (Francia/Belgio, 121′)
LA QUIETUD, regia di Pablo Trapero (Argentina, 117′)
DRAGGED ACROSS CONCRETE, regia di S. Craig Zahler (Canada/USA, 159′)
YING (SHADOW), regia di Zhang Yimou (Cina, 116′)

A LETTER TO A FRIEND IN GAZA, regia di Amos Gitai (Israele, 34′)
AQUARELA, regia di Victor Kossakovsky (Gran Bretagna/Germania 89′)
EL PEPE, UNA VIDA SUPREMA, regia di Emir Kusturica (Argentina/Uruguay/Serbia, 74′)
PROCESS, regia di Sergei Loznitsa (Paesi Bassi, 125′)
CARMINE STREET GUITARS, regia di Ron Mann (Canada, 80′)
ISIS, TOMORROW. THE LOST SOULS OF MOSUL., regia di Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi (Italia/Germania, 80′)
AMERICAN DHARMA, regia di Errol Morris (USA, Gran Bretagna, 95′)
INTRODUZIONE ALL’OSCURO, regia di Gastón Solnicki (Argentina/Austria, 71′)
1938 DIVERSI, regia di Giorgio Treves (Italia, 62′)
NI DE LIAN (YOUR FACE), regia di Tsai Ming-liang (Taipei Cinese, 76′)
MONROVIA, INDIANA, regia di Frederick Wiseman (USA, 223′)

Eventi Speciali 
THEY’LL LOVE ME WHEN I’M DEAD, regia di Morgan Neville (USA, 98’)
THE OTHER SIDE OF THE WIND, regia di Orson Welles (USA, 122′)

Proiezioni Speciali
L’AMICA GENIALE, regia di Saverio Costanzo (Italia/Belgio, 120′)
IL DIARIO DI ANGELA – NOI DUE CINEASTI, regia di Yervant Gianikian (Italia, 90′)

ORIZZONTI
(Concorso internazionale dedicato a film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale)

Lungometraggi
KRABEN RAHU (MANTA RAY), regia di Phuttiphong Aroonpheng (Thailandia/Francia/Cina, 105′)
SONI, regia di Ivan Ayr (India, 97′)
OZEN (IL FIUME), regia di Emir Baigazin (Kazakistan/Polonia/Norvegia, 108′)
LA NOCHE DE 12 AÑOS, regia di Álvaro Brechner (Spagna/Argentina/Francia, 123′)
DESLEMBRO, regia di Flavia Castro (Brasile/Qatar/Francia, 105′)
ANONS (THE ANNOUNCEMENT), regia di Mahmut Fazil Coşkun (Turchia/Bulgaria, 95′)
SULLA MIA PELLE, regia di Alessio Cremonini (Italia, 100′)
UN GIORNO ALL’IMPROVVISO, regia di Ciro D’Emilio (Italia, 88′)
CHARLIE SAYS, regia di Mary Harron (USA, 104′)
AMANDA, regia di Mikhaël Hers (Francia, 107′)
YOM ADAATOU ZOULI (THE DAY I LOST MY SHADOW), regia di Soudade Kaadan (Francia/Qatar, 94′)
L’ENKAS, regia di Sarah Marx (Francia, 85′)
TCHELOVEK KOTORIJ UDIVIL VSEH (THE MAN WHO SURPRISED EVERYONE), regia di Natasha Merkulova, Aleksey Chupov (Russia/Estonia/Francia, 105’)
KUCUMBU TUBUH INDAHKU (MEMORIES OF MY BODY), regia di Garin Nugroho (Indonesia, 105′)
HAMCHENAN KE MIMORDAM (AS I LAY DYING), regia di Mostafa Sayyari (Iran, 73′)
LA PROFEZIA DELL’ARMADILLO, regia di Emanuele Scaringi (Italia, 99′)
EROM (STRIPPED), regia di Yaron Shani (Israele/Germania, 119′)
JINPA, regia di Pema Tseden (Cina, 86′)
TEL AVIV ON FIRE, regia di Sameh Zoabi (Lussemburgo/Francia/Israele/Belgio, 97′)

Cortometraggi
KADO (A GIFT), regia di Aditya Ahmad (Indonesia, 15′)
STAIRCASE, regia di Mohsen Banihashemi (Iran, 20’)
L’ÉTÉ ET TOUT LE RESTE, regia di Sven Bresser (Paesi Bassi, 18′)
GLI ANNI, regia di Sara Fgaier (Italia/Francia, 20’)
MANILA IS FULL OF MEN NAMED BOY, regia di Andrew Stephen Lee (Filippine/USA, 20′)
LEOFOROS PATISION (PATISION AVENUE), regia di Thanasis Neofotistos (Grecia, 12′)
LOS BASTARDOS, regia di Tomas Posse (Argentina, 16′)
ALL INCLUSIVE, regia di Corina Schwingruber Ilić (Svizzera, 10′)
Svizzera / 10’
SEX, STRAKH I GAMBURGERY (SEX, FEAR, AND HAMBURGERS), regia di Eldar Shibanov (Kazakistan, 19′)
NINFE, regia di Isabella Torre (Italia, 12′)
NA LI (DOWN THERE), regia di Yang Zhengfan (Cina/Francia, 11′)
STRANO TELO (FOREIGN BODY), regia di Dušan Zorić (Serbia, 20′)

Cortometraggi Fuori Concorso
BLU, regia di Massimo D’Anolfi, Martina Parenti (Italia, 20′)

VENEZIA CLASSICI
(Selezione di film classici restaurati nell’ultimo anno e documentari sul cinema e su singoli autori di ieri e di oggi)

Restauri
THEY LIVE (ESSI VIVONO), regia di John Carpenter (USA, 1988 / 94′)
IL PORTIERE DI NOTTE, regia di Liliana Cavani (Italia, 1974 / 120′)
THE NAKED CITY (LA CITTÀ NUDA), regia di Jules Dassin (USA, 1948 / 96′)
KHESHT O AYENEH (BRICK AND MIRROR), regia di Ebrahim Golestan (Iran, 1964 / 130′)
AKASEN CHITAI (LA STRADA DELLA VERGOGNA), regia di Kenji Mizoguchi (Giappone, 1956 / 86′)
IL POSTO, regia di Ermanno Olmi (Italia, 1961 / 95′)
L’ANNÉE DERNIÈRE À MARIENBAD (L’ANNO SCORSO A MARIENBAD), regia di Alan Resnais (Francia/Italia 1961 / 94′)
EL LUGAR SIN LÍMITES (IL LUOGO SENZA LIMITI), regia di Arturo Ripstein (Messico, 1977 / 110′)
ADIEU PHILIPPINE (DESIDERI NEL SOLE), regia di Jacques Rozier (Francia/Italia, 1962 / 103′)
VOSKHOZHDENIYE (L’ASCESA), regia di Larisa Shepitko (Russia, 1976 / 110′)
THE KILLERS (CONTRATTO PER UCCIDERE), regia di Don Siegel (USA, 1964 / 102′)
THE KILLERS (I GANGSTERS), regia di Robert Siodmak (USA, 1946 / 95′)
LA NOTTE DI SAN LORENZO, regia di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1982 / 107′)
KOI YA KOI NASUNA KOI (LA VOLPE FOLLE), regia di Tomu Uchida (Giappone, 1962 / 109′)
MORTE A VENEZIA, regia di Luchino Visconti (Italia/USA/Francia 1971 / 130′)
DER GOLEM – WIE ER IN DIE WELT KAM (IL GOLEM – COME VENNE AL MONDO), regia di Paul Wegener (Germania, 1920 / 90′)
NOTHING SACRED (NULLA SUL SERIO), regia di William A. Wellman, 1937 / 74′)
SOME LIKE IT HOT (A QUALCUNO PIACE CALDO), regia di Billy Wilder  (USA, 1959 / 121′)

Documentari
THE GREAT BUSTER, regia di Peter Bogdanovich (USA, 102′)
WOMEN MAKING FILMS: A NEW ROAD MOVIE THROUGH CINEMA, regia di Mark Cousins (Gran Bretagna, 240′)
HUMBERTO MAURO, regia di André Di Mauro (Brasile, 90′)
LIVING THE LIGHT – ROBBY MÜLLER, regia di Claire Pijman (Paesi Bassi/Germania, 86′)
24/25 IL FOTOGRAMMA IN PIÙ, regia di Giancarlo Rolandi, Federico Pontiggia (Italia, 50′)
NICE GIRLS DON’T STAY FOR BREAKFAST, regia di Bruce Weber  (USA, 90′)
FRIEDKIN UNCUT, regia di Francesco Zippel (Italia, 106′)

SCONFINI
(Selezione di opere senza vincoli di genere, durata e destinazione. Possono farne parte film d’autore e di genere, sperimentali e d’artista, serie televisive e produzioni crossover)

BLOOD KIN, regia di Ramin Bahrani (USA, 26’)
IL BANCHIERE ANARCHICO, regia di Giulio Base (Italia, 82′)
IL RAGAZZO PIÙ FELICE DEL MONDO, regia di Gipi (Italia, 90′)
ARRIVEDERCI SAIGON, regia di Wilma Labate (Italia, 80′)
THE TREE OF LIFE (EXTENDED CUT), regia di Terrence Malick (USA, 189′)
L’HEURE DE LA SORTIE, regia di Sébastien Marnier (Francia, 94′)
MAGIC LANTERN, regia di Amir Naderi (USA, 93′)
CAMORRA, regia di Francesco Patierno (Italia, 70′)

BIENNALE COLLEGE CINEMA
(Laboratorio di alta formazione, ricerca e sperimentazione, per lo sviluppo e la produzione di tre lungometraggi a micro-budget, aperto a team di registi e produttori di tutto il mondo)

ZEN SUL GHIACCIO SOTTILE, regia di Margherita Ferri (Italia, 90′)
DEVA, regia di Petra Szöcs (Ungheria, 80′)
YUVA, regia di Emre Yeksan (Turchia, 127′)

VENICE VIRTUAL REALITY
(Un massimo di 30 opere di VR Storie Immersive di qualsiasi durata e formato, presentati in prima mondiale e/o internazionale)

Concorso – Interattivo
MAKE NOISE, regia di May Abdalla (Gran Bretagna, 8′)
THE UNKNOWN PATIENT, regia di Michael Beets (Australia, 9′)
BUDDY VR, regia di Chuck Chae (Corea del Sud, 16′)
UMAMI, regia di Landia Egal, Thomas Pons (Francia, 15′)
ECLIPSE, regia di Astruc Jonathan, Favre Aymeric (Francia, 36′)
THE HORRIFICALLY REAL VIRTUALITY, regia di Marie Jourdren (Francia, 40′)
SPHERES, regia di Eliza McNitt (Usa/Francia)
A DISCOVERY OF WITCHES – HIDING IN PLAIN SIGHT, regia di Kim-Leigh Pontin (Gran Bretagna, 15′)
THE ROAMING – WETLANDS, regia di Mathieu Pradat (Francia/Gran Bretagna/Belgio, 10′)
KOBOLD, regia di Max Sacker, Ioulia Isserlis (Germania, 20′)
AWAVENA, regia di Lynette Wallworth (USA/Brasile/Australia, 30′)

Concorso – Lineare
EVEN IN THE RAIN, regia di Lindsay Branham (USA/Repubblica Centrafricana, 16’)
ANGELŲ TAKAIS (TRAIL OF ANGELS), regia di Kristina Buozyte (Lituania/Bielorussia, 20′)
X-RAY FASHION, regia di Francesco Carrozzini (USA/Danimarca/India, 20′)
HALF LIFE VR – SHORT VERSION, regia di Robert Connor (Svezia, 12′)
CROW: THE LEGEND, regia di Eric Darnell (USA, 22′)
AGE OF SAIL, regia di John Kahrs (USA, 12′)
MINDPALACE, regia di Carl Krause, Dominik Stockhausen (Germania, 10′)
BALLAVITA, regia di Gerda Leopold (Austria/Germania, 34′)
BORDERLINE, regia di Assaf Machnes (Gran Bretagna/Israele, 9′)
SHENNONG: TASTE OF ILLUSION, regia di Li Mi, Zheng Wang (Cina, 9′)
THE GREAT C, regia di Steve Miller (Canada, 30′)
L’ÎLE DES MORTS, regia di Benjamin Nuel (Francia, 8′)
HOME AFTER WAR, regia Gayatri Parameswaran, Felix Gaedtke (Iraq/Germania/USA, 20′)
MADE THIS WAY: REDEFINING MASCULINITY, regia di Elli Raynai, Irem Harnak (Canada, 18′)
LUCID, regia di Pete Short (Gran Bretagna/Australia, 16′)
WU ZHU ZHI CHENG VR (THE LAST ONE STANDING VR), regia di Jiwen Wang, Yang Liu (Cina, 10′)
FRESH OUT, regia di Sam Wey, Fangchao Tao (Cina/USA, 7′)
1943: BERLIN BLITZ, regia di David Whelan (Irlanda/Gran Bretagna, 14′)
ROOMS, regia di Christian Zipfel (Germania, 24′)

Credits: sito ufficiale della Biennale di Venezia

5 pensieri riguardo “Venezia 75, la selezione ufficiale”

      1. A proposito di film azzeccati, vai a vedere Bent – Polizia criminale (uscito oggi): ha un finale da urlo, e anche prima di esso ci sono tante scene una più bella dell’altra! 🙂

        Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.